Esperimento Metabolista Italiano, “La Serra” ad Ivrea

.L’ultimo racconto metabolista ci porta dal nostro paese all’universo profondo, dalle capsule-alloggio alle navette spaziali — di Martina Pacifici

I racconti metabolisti che ho preparo per voi hanno scandito  il mio tempo libero di studentessa e chissà se anche il vostro. Ma ora eccoci qui a chiudere il cerchio. Poiché i progetti urbani e architettonici di Giappone e Nord-America sono già stati ampiamente oggetto di analisi, vi propongo di  terminare questo approfondimento metabolista in terra nostra. La cittadina piemontese di Ivrea, piccola e incredibilmente innovatrice, ha infatti molto da raccontare. Lasciandosi contagiare dalle scoperte stellari del suo tempo e beneficiando del carisma della figura di Adriano Olivetti, Ivrea si ritrovò ad accogliere un gran numero di Architetture Moderne così come una nuova sfida molto prossima al movimento metabolista.
É qui che nel 1967 ha inizio la costruzione del Centro Residenziale Est soprannominato “La Serra”, progettato dagli architetti veneziani Iginio Cappai, Pietro Mainardis e commissionato da Roberto Olivetti. I lavori termineranno nel 1975 dando vita ad un immobile unico nel suo genere. A guardarlo, questo complesso residenziale, sembrerebbe una scultura abitabile o una “macchina da scrivere” di proporzioni gigantesche che per nulla nasconde la paternità olivettiana.

per la versione integrale scarica gratuitamente lab2.0 Magazine #05