BIG, MVRDV, Snøhetta e De Lucchi. I progetti per la San Pellegrino

Qualche giorno fa, a San Pellegrino Terme (BG), sede originaria della fabbrica dal 1899, quattro famosissimi studi d’architettura hanno presentato i loro progetti per la nuova “Flagship Factory” dell’azienda. I partecipanti al concorso sono: BIG (Bjarke Ingels Group), MVRDV, Snøhetta e l’Architetto Michele De Lucchi (aMDL).
L’obiettivo sembra esser quello di aumentare la fama del Gruppo San Pellegrino, ormai presente in 5 continenti con la loro acqua, trasformando il vecchio stabilimento in un luogo che possa attrarre visitatori da tutto il mondo. Siamo curiosi di sapere quanto costerà una bottiglia d’acqua alla Caffetteria.
Ciò che vogliono è “un progetto veramente innovativo che contribuisca non solo con una visione artistica ma che ponga anche nuovi standard in termini di efficienza e di rispetto della sostenibilità ambientale, per creare un ambiente di lavoro positivo.” Beh, ci mancherebbe…
Dicono poi che “il progetto vuole anche riportare in auge l’età dell’oro di San Pellegrino Terme, la Belle Époque, quando la città era un punto d’incontro imperdibile per l’aristocrazia europea”.

I Progetti

BIG – Bjarke Ingels Group

“Plasmata dal corso del Brembo e dai contorni ripidi delle Alpi, la nostra proposta per il nuovo Campus S.Pellegrino prende ispirazione dal paesaggio della Valle Brembana. Come se fosse il corrispondente “acquatico” di una cantina di vini, il susseguirsi delle arcate si espande e si contrae, creando il contesto narrativo per la purezza e la trasparenza dell’acqua minerale, in un ambiente caratterizzato da luminosità, spazi aperti e trasparenza.”

BIG:
BIG
BIG
BIG
BIG

MVRDV

“Trasformiamo la fabbrica ancora di più in una stella. Sogniamo un edificio che valorizzi la sua trasparenza, la sua onestà, il suo rapporto col paesaggio… una nuova stella trasparente sopra la fabbrica e su tutta la valle.”

MVRDV
MVRDV
MVRDV
MVRDV
MVRDV

Snøhetta

“La storia di S.Pellegrino e della sua acqua è di per sé così forte da creare un futuro di successo. Snøhetta ha tratto ispirazione per il proprio progetto partendo da questo fatto, limitandosi a enfatizzare i valori straordinari di S.Pellegrino, della sua natura, dell’acqua e della sua rilevanza internazionale.”

Snøhetta
Snøhetta
Snøhetta
Snøhetta
Snøhetta

Michele De Lucchi

“Essere naturale, puro, rigoroso e cool.”

Michele De Lucchi
Michele De Lucchi
Michele De Lucchi
Michele De Lucchi
Michele De Lucchi

La Giuria

A giudicare i progetti, una commissione presenziata dal Prof. Luca Molinari (critico e storico dell’Architettura)  e composta da Marco Settembri (CEO di Nestlé Waters), Magdi Batato (Executive Vice President Nestlé S.A. e Head of Operations), Stefano Agostini (Presidente & CEO di Sanpellegrino) e altre “personalità di calibro internazionale”.

Bisognerà aspettare la fine del mese per sapere quale sarà lo studio che contribuirà ad una trasformazione non soltanto dello stabilimento, ma del Brand stesso.

 

Fonte: www.sanpellegrino.com